Riprendo così…

25 Gennaio 2021

Ciao!!! Ne è passato di tempo dall’ultima volta che ho scritto qui sul blog… diciamo che in questo ultimo periodo mi sono dedicata per gran parte del tempo ai bambini e alla famiglia.

A  dicembre siamo stati in isolamento per praticamente un mese. Un mese diventato da un giorno all’altro lento, fatto solo di famiglia. Ci siamo trovati come dentro ad una bolla, solo noi: le preoccupazioni per noi adulti e una vacanza lunga, per i bimbi. Forse la prima con il papà sempre a casa e quindi loro ne hanno super goduto la presenza.. (pure io!)

Una “vacanza” con dentro la magia del Natale, che ha reso tutto questo ancora più speciale e particolare. Se tolgo la preoccupazione per il lavoro stoppato prima del previsto, sia mio che di mio marito, gli ordini annullati, il pensiero di poter stare male, l’imprevedibilità e l’impossibilità di fare piani per il futuro più prossimo, beh questo mese lo considero quasi un dono. Ci ha obbligati a fermarci, a stare con noi, fuori e dentro, a godere della compagnia di tutti, e a vivere questo Natale sentendolo ancora di più.

Poi è arrivato Gennaio, la voglia di poter riprendere le nostre attività e la paura di leggere ancora quella parola sul referto dei tamponi.

E invece per fortuna lunedì 4 gennaio tutti i tamponi sono risultati negativi, e dal “non posso pianificare nulla” mi sono trovata nel giro di un’ora a organizzare e definire un sacco di cose. E’ stata una sensazione davvero davvero strana.

Il rientro a scuola per Luigi, l’inserimento alla materna di Bianca, la ripresa del lavoro per me.

Gennaio mi ha vista al lavoro con degli ordini personalizzati, incastrando il tempo del lavoro agli altri impegni. Un tempo ristretto che non mi ha permesso di essere presente sui social e qui. Un tempo che si è portato con sé quel sottile senso di colpa per non riuscire a fare tutte quelle cose che vanno fatte per far funzionare al meglio questo lavoro. 

Perchè quando sei da sola a portare avanti una piccola attività le cose da fare sono davvero molte, e ovviamente se il tempo a disposizione è poco qualcosa salta. Ma farglielo capire alla mia testolina, che vorrebbe tutto perfetto, non è semplice.. 🙂

In questo periodo ho  riflettuto molto su alcuni aspetti di questo lavoro che necessitano di cambiamenti per adeguarsi alla Romina che sono oggi. 

Ci sono alcuni cambiamenti che riguardo i prodotti A4mani. 

Prima di tutto i giochi subiranno qualche cambiamento: alcuni verranno tolti ma ne vedrete nascere di nuovi! 🙂

I sacchi nanna rimarranno in produzione ancora quest’anno e poi chissà.. Sto facendo tutta una serie di valutazioni che però per il momento vi racconto! 🙂

Cambiamenti che riguardano il tempo:

Un po’ del mio tempo lavorativo lo dedicherò anche per seguire una parte del lavoro di mio marito, quindi è possibile che si allunghino un po’ i tempi di realizzazione dei vari ordini, ma questo lo potrò capire solo con il tempo e di sicuro vi terrò aggiornati.

E cambiamenti che riguardano i temi trattati qui sul blog:

Vorrei condividere con voi alcuni temi legati alla sostenibilità nel mondo dei bambini, visto che negli ultimi anni ne ho fatto esperienza in prima persona   e penso che possa essere utile parlarne, visto la grande sfida che ci troviamo a vivere per assicurare un mondo migliore ai nostri bimbi.

Direi che per oggi vi ha raccontato un bel pò di cose… e vi ringrazio per il tempo che mi avete dedicato. 

Scrivetemi qui sotto se avete domande, curiosità e che cosa ne pensate

Un abbraccio

Romina


Comments (2)

  1. Ilaria

    Ciao Romina, non sono un’artigiana, ma rispecchio moltissimo nel sottile senso di colpa perché non si riesce a fare tutto. Già bio fatto di essere in compagnia, un pochino aiuta, anche se temo non sparirà mai. Nel mio caso poi, bilancio familiare permettendo, le persone creative come te possono aiutarmi sollevandomi dal preparare da sola il materiale/i giochi per i miei bambini, sapendo che comunque sono fatti con il cuore, anche se non io mio. Aspetto i tuoi prossimi passi

    25/01/2021 at 14:09 Rispondi
    • Romina

      Si, penso che il senso di colpa accomuna un po’ tutte le mamme. Si vorrebbe sempre riuscire a fare tutto e anche di più! 🙂 grazie mille

      25/01/2021 at 18:16 Rispondi
Lascia un commento